Zone A Défendre
Tritons crété-e-s contre béton armé

Sito internet de⋅gli⋅lle occupanti della ZAD

Sito internet de⋅gli⋅lle occupanti della ZAD, territorio previsto per la costruzione del futuro aeroporto di Notre-Dame-des-Landes.

Per i pianificatori la ZAD é la Zone d’Aménagement Différé (Zona di Pianificazione Differita); per noi é la Zona dA Difendere : un pezzo di campagna a qualche kilometro da Nantes (Bretagna) che dovrebbe, per coloro che prendono le decisioni, lasciare il posto ad un aeroporto internazionale.

Il loro progetto consiste nel costruire una piattaforma economica "Grand’Ovest" d’importanza internazionale tra Nantes e Saint-Nazaire, che formerebbero una sola e grande metropoli. La realizzazione di questa grande metropoli richiede un controllo del cielo, del mare e della terra attraverso la sostituzione dell’attuale aeroporto di Nantes con un nuovo aeroporto a Notre-Dame-des-Landes, ma anche grazie all’ingrandimento del porto di Saint-Nazaire, la costruzione di nuove strade e autostrade..

I desideri che ci hanno spinto a venire a vivere sul territorio previsto per l’aeroporto sono molteplici : abitare su un territorio in lotta, che permetta di essere vicini⋅e delle persone che si oppongono da 40 anni a questo progetto e poter agire durante i lavori; approfittare degli spazi lasciati all’abbandono per imparare a vivere assieme, a coltivare la terra, ad essere più autonomi di fronte al sistema capitalista.

Plus

À la une

Notizie dal fronte

Informazioni pratiche

Groupes de la ZAD

  • Ca y est on a gagné

    6 octobre

    un son de 2017

  • Un verger prend racine dans l’Est !

    4 octobre

    Le verger de l’Est, aussi appelé affectueusement "La Bande de Gazon", est né en Octobre 2017 des liens unissant des habitant.e.s de la ZAD à des membres d’épiceries autogérées du pays Nantais. Alors que la parcelle occupée par le verger suscite les convoitises, nous réaffirmons notre ancrage en ces lieux. Dans Nantes et sa région, plusieurs épiceries (GASE) et groupements d’achats autogérés ont vu le jour ces dernières années. Ces initiatives offrent une alternative aux rayons de la grande distribution (...)

Textes

Anti Répression

  • Rassemblement Vérité et justice pour Wissam

    14 octobre

    Le jour de l’an 2012, Wissam El Yamni 30 ans retrouve des amis à La Gauthière son quartier d’enfance. Il est 3h20 du matin lorsqu’il est interpellé par la police au motif de « jet de pierres ». Appelés en renfort plusieurs policiers sont dépêchés, un impressionnant dispositif - les témoins parlent de 10 voitures - est alors mis en place bien que Wissam soit déjà immobilisé. Plusieurs témoignages affirment que Wissam El Yamni a alors reçu des coups avant d’être embarqué et conduit au commissariat de police. (...)

  • relaxe pour JB

    23 juillet

    Le 14 août se tiendra le procès en appel de JB (vous pouvez d’ores-et-déjà noter cette date, un appel à rassemblement suivra) à Rennes. Aidez-nous à préparer sa défense. JB a été arrêté le 16 avril vers 10 heures du matin, à proximité de la barricade de Lascars, entre le carrefour de la Saulce et la Wardine. JB est plutôt fin, pas très grand et il a une tâche de naissance rouge sur une partie du visage. Suite à son arrestation, JB a refusé d’être jugé en comparution immédiate et a attendu en prison son (...)

Vinci & cie

  • Adotta un subappaltatore

    26 aprile 2014

    https://adopteunsoustraitant.noblogs.org/ un blog con delle idee, dei suggerimenti e degli indirizzi per andare a infastidire i subappaltatori dell’aeroporto. "Adotta un subappaltatore" è una campagna (per niente comunale!) che vuole spingere le imprese citate ad abbandonare ogni implicazione nel progetto dell’aeroporto di Notre Dame de Landes. La multinazionale Vinci, in caricata del progetto dell’aeroporto di Notre Dame de Landes, non è un grosso blocco unico, potente e intoccabile. E (...)

Compagni di lotta

  • Camping Passamontagna

    28 agosto

    PASSAMONTAGNA - DAL 19 AL 23 SETTEMBRE 2018 Cinque giorni di lotta contro le frontiere Il dispositivo frontiera è molto più di una linea immaginaria. È un sistema di controllo che seleziona e divide, che si apre e si chiude secondo le necessità economiche e politiche. Un sistema che permette alle merci e ai capitali di transitare dove vogliono, e che blocca e respinge coloro che non sono considerati "utili". La frontiera è chiusa per gli indesiderati. Ma aperta per chi porta capitali così come (...)

  • CAMPEGGIO ITINERANTE PASSAMONTAGNA

    3 giugno

    CAMPEGGIO ITINERANTE PASSAMONTAGNA Dall’ 8 al 10 giugno: tre giorni di lotta contro le frontiere www.passamontagna.info PROGRAMMA VENERDì 8 GIUGNO: ore 15 MELEZET allestimento accampamento e pulizia dei sentieri ore 18 MELEZET dibattito " le frontiere all’interno e all’esterno della fortezza Europa, dall’inferno libico alle frontiere metropolitane" a seguire cena e spettacolo teatrale: Guerra alle frontiere, una battaglia coloniale. A cura del collettivo Confrontière SABATO 9 GIUGNO: ore (...)

Espace presse

  • Rientro dell’incontro con la prefettura venerdì 20 aprile

    22 aprile

    Sul dossier depositato oggi in prefettura dalla delegazione congiunta del movimento. Oggi la delegazione inter-componenti del movimento ha depositato in prefettura un file che raccoglie più di trentacinque "schede di progetto" (vedi diagramma sotto) di cui oltre due terzi riguardano attività agricole. Queste carte, che raggruppano progetti individuali o associativi, sono tutte nominative. Contrariamente a quanto sostenuto dal governo e ad alcune figure passate del movimento, non era (...)

  • Chiamata intergalattica - Benvenuti in Francia

    22 aprile

    Benvenuti in Francia Nell’ideale e sulla pietra: libertà, uguaglianza, fraternità. Nella carne e nel reale: servizi pubblici sotto attacco. Solidarietà condannata. Libertà calpestata. Contadini asfissiati. Quartieri popolari mutilati. Movimenti sociali annientati. Corpo medico represso, Ferrovieri umiliati. Studenti con la museruola. Pensionati disprezzati. E altri ancora .... Benvenuti nella ZAD. 2.500 soldati e i loro blindati sbarcano per 200 abitanti. Una settimana dopo. 11.000 granate (...)